follow us exedra facebook twitter linkedin
cerca assistenza accedi

3TI PROGETTI - Alfredo Ingletti

3TI PROGETTI ITALIA nasce nel 2002 come coronamento di un percorso iniziato nel 1991 dalla collaborazione di un gruppo di ingegneri specializzati nella progettazione di opere civili ed infrastrutturali. Dalle prime esperienze nel campo della progettazione strutturale, le competenze e gli interessi si sono ampliati sino a coprire di fatto tutte le principali specializzazioni e connotando 3TI ITALIA come organizzazione di ingegneria multidisciplinare specializzata nella gestione di commesse articolate e complesse relative ad ogni tipo di trasformazione del territorio e dell’ambiente costruito. 3TI ITALIA può contare su un organico stabile costituito da circa 50 professionisti, prevalentemente ingegneri, formati nelle materie tipiche dei settori di applicazione dell’attività della società.

La direzione tecnica delle attività è affidata agli ingegneri Giovanni Maria Cepparotti, Alfredo Ingletti e Stefano Luca Possati.

Sito internet: www.3tiprogetti.it


NUOVO TEATRO COMUNALE

NETTUNO (2004), progetto non realizzato. Progetti architettonici.

Il nuovo teatro comunale di Nettuno sorgerà in una area di nuova costituzione, in adiacenza ad un centro commerciale esistente, e potrà ospitare non solo spettacoli di prosa, ma anche rappresentazioni musicali, cinema, conferenze e convegni.

Il volume della sala costituisce il cuore della composizione, ed è caratterizzato da un involucro totalmente cieco, che si contrappone alla trasparenza dei volumi accessori (foyer, spazi di servizio, etc), che rendono sempre visibile anche dall'esterno il volume principale. Il volume è inoltre articolato da uno slittamento longitudinale della galleria, il cui volume interseca il piano superiore del foyer. Il corpo centrale è costituito dalla sala, articolata su due livelli per complessivi 810 posti con annessi gli spazi di servizio per il pubblico caratterizzati, sul fronte di accesso, da una forma curvilinea; la torre scenica accoglie il palcoscenico e gli spazi per la movimentazione delle scene rappresentando una quinta ideale nei confronti del centro cittadino; il corpo in linea, realizzato in aderenza al fabbricato principale e trattato con facciate continue riflettenti, ospita i servizi e gli uffici.

Lo spazio interno della sala è stato studiato in modo da poter prevedere una partizione di tipo mobile tale da consentire la creazione di una sala di dimensioni contenute; la sala ridotta è comunque funzionalmente completa di ogni accesso e relative vie di esodo.

La progettazione degli impianti, sviluppata con la consulenza specialistica della PRAS (Ing. P.Omodeo), utilizza sistemi tecnologicamente avanzati per la gestione del microclima e della illuminazione, nel rispetto delle esigenze legate ai diversi tipi di utilizzo.